La partitura

Il giovane musicista Federico si muove in un mondo inquietante e cupo, in un futuro apparentemente poco lontano, dove la musica sembra l’unico appiglio per una disperata umanità, per non naufragare del tutto nelle conseguenze di una guerra distruttiva.
Sarà il legame misterioso con Galatea, nato sulle note della partitura, a salvare il protagonista dalla deriva cui sembra costretto il genere umano.
Zella Geddo riesce a raccogliere in queste intense pagine tutta un’epopea che ci riporta, con accostamenti indiretti e parafrasi trasparenti, alla nostra problematica epoca.
Breve è il romanzo, in ossequio alle tendenze, come ci dicono le inchieste che forniscono il ritratto del moderno lettore, sempre meno propenso ad immergersi in ponderosi testi narrativi.
In aggiunta troviamo l’episodio “Non del tutto… ombre e segni sul cammino di Santiago”, che raccoglie alcuni pensieri sgorgati nella mente dell’autore lungo quel tragitto. Non si tratta, come potrebbe apparire ad uno sguardo superficiale, di un puro sfoggio di cultura, con tutte le citazioni che l’autore inserisce nel suo diario. Piuttosto Zella Geddo ci porta ad immaginare un percorso di spiritualità in un’atmosfera di grande suggestione.

Formato: e-book (238 kb). Pagine: 51.

 

 

Acquista l’e-book